I tuoi risultati di ricerca

Alla scoperta dei sapori tradizionali della Maremma

Bottarga di Orbetello

Visitando Orbetello non potrete lasciarvi sfuggire una pietanza prelibata: la bottarga di Orbetello. Questa specialità che altri non è che uova del cefalo Mugil Cephalus, viene lavata, salata ed essiccata per essere poi conservata sottovuoto.

In genere viene servita come antipasto e condita con limone, pepe ed olio extra vergine di oliva, oppure può essere utilizzata come condimento per la pasta.

Pici all’aglione

Altro piatto caratteristico della regione, in particolare dell’area di Siena, sono i pici all’aglione. Questo particolare tipo di pasta ha la forma degli spaghetti ma presenta uno spessore maggiore in modo da trattenere meglio il condimento. Realizzati principalmente a mano, i pici vengono poi conditi con un sugo a base di aglione una varietà di aglio coltivato in Valdichiana, il cui nome vuole richiamare le sue dimensioni: basti pensare che la testa di un aglione può pesare anche più di mezzo chilo.

Ribollita, foto by innaturale.com

La Ribollita

Uno dei piatti tradizionali della Maremma, nonché appartenente alla cultura contadina è la ribollita. Si tratta di una zuppa a base di verdure che variavano in base alla disponibilità stagionale. Il suo nome deriva dal fatto che doveva cuocere a lungo e quindi di “bollirla molte volte”. La tradizione prevede che venga preparata il venerdì sera, mettendo in un tegame gli avanzi dei giorni passati e facendoli cuocere unendo pane raffermo e olio extra vergine di oliva.

Buglione

Un condimento molto particolare che rappresenta la base di molti piatti maremmani è il buglione.

Altri non è che un sugo molto denso e forte a base di concentrato di pomodoro con il quale viene preparato lo stufato di coniglio e di maiale ma anche una gustosa zuppa di chiocciole dette lumacci.

Acquacotta

Indubbiamente il piatto che identifica la Maremma è l’Acquacotta. Sorella della ben nota ribollita, anche in questo caso si tratta di un piatto appartenente alla tradizione contadina, che veniva cucinato come pranzo da portare sui campi.

Parliamo di una zuppa a base di bietole, carote, pomodoro e uovo in camicia a cui vengono aggiunti dei crostini di pane abbrustolito: una vera e propria delizia per il palato.

Cinghiale

Rinomati cacciatori, i maremmani adorano la carne di cinghiale con la quale vengono realizzati numerosi piatti tra cui il famoso stufato e le tagliatelle al ragù di cinghiale: resterete stupiti dalla morbidezza e squisitezza di questa carne che potrete trovare sul menù tutto l’anno.

Ciaffagnone, foto by mangiarebuono.it

Ciaffagnone

La Maremma è nota anche per alcuni dolci caratteristici tra cui rientra il ciaffagnone. Si tratta di una crêpe in cui si utilizza l’acqua al posto del latte e prevede un lungo tempo di riposo dell’impasto. Viene poi farcita con pecorino o per chi non ama i sapori forti con dello zucchero a velo.


Charming home near by

  • Categorie

  • Tags

  • Trova la tua casa di Charme

    € 50 a € 2.000