I tuoi risultati di ricerca

Tradizione e natura tra i piccoli borghi di montagna dell’Ossola

VICENO

Viceno è una frazione di Crodo, in alta Ossola. Il vecchio borgo, abitato da meno di 100 persone, è un gioiello ai piedi delle montagne. Conserva ancora la maggior parte delle vecchie case costruite in pietra a secco e i tetti innevati in inverno lo trasformano in un paese da fiaba. La Casa Museo della Montagna testimonia l’antico stile di vita contadino. In estate numerosi itinerari percorribili a piedi o in mountain bike aprono nuovi orizzonti sulla Valle Antigorio.

MOZZIO

Mozzio, frazione di Crodo, è un piccolo borgo con case d’epoca. Il paese offre degli angoli suggestivi, come la chiesa di San Giacomo e il suo bellissimo campanile con l’orologio; tra i vicoli otto fontane realizzate in pietra nell’Ottocento. Il Santuario della Madonna della Vita, distaccato dal paese, si raggiunge con un sentiero immerso nel verde, all’interno gli affreschi di Borgnis del 1751.

Mozzio, foto hiveminer

CRAVEGNA

A Cravegna, la più estesa delle frazioni di Crodo, possiamo visitare la Chiesa di San Giulio. Costruita nel XIII secolo in stile romano – gotico su un edificio preesistente, è costituita da tre navate decorate con bellissimi affreschi. Intorno a Cravegna possiamo trovare numerose baite e rifugi utilizzati durante l’inverno dagli allevatori, oggi alcune di queste sono state trasformate in strutture ricettive e alberghi.

OIRA

Oira è un grazioso paesino sulle sponde del Lago d’Orta. E’ formato da tre nuclei abitativi: Villa Inferiore, Villa di Mezzo e Villa Superiore. Di Villa Inferiore fa parte il Borgo di Canova, un bellissimo esempio di come sia possibile mantenere intatte tradizioni e architettura. Il borgo vanta abitazioni medievali costruite con la tecnica della pietra a secco, e la sua comunità è promotrice di questo metodo di costruzione che preserva l’immagine e il panorama senza snaturare la montagna e il suo ambiente. Il recupero di vecchie abitazioni è il primo passo verso un’architettura sostenibile. A pochi minuti da Oira si trova il borgo di Ghesc, un villaggio disabitato che viene usato come laboratorio per gli studenti.

Chiesa Monumentale di San Gaudenzio, Baceno foto mapio

BACENO

A Baceno, la Chiesa Monumentale di San Gaudenzio risale al XIII secolo ed è un bellissimo esempio di stile romano gotico. All’interno troviamo gli affreschi del XVI secolo con la scena della Crocefissione tra le più significative. La Chiesa è formata da 5 navate divise da 4 colonnati. La facciata è caratterizzata da un imponente affresco raffigurante San Cristoforo alla destra del portale.

Dalla chiesa, un sentiero segnalato, porta alla frazione di Verampio, dalla quale proseguire verso l’Orrido Sud, il più spettacolare degli Orridi di Uriezzo. Gli Orridi sono delle gole naturali formatesi dall’azione dei ghiacciai.

PIERO PORTALUPPI HYDROELECTRIC POWER PLANTS

Nella Valle Antigorio all’inizio del 900 si cominciò a sfruttare l’energia idroelettrica grazie a nuove centrali a turbina. La centrale di Verampio, realizzata nel 1914, è la più vecchia d’Italia e rappresenta l’inizio di uno sviluppo industriale fondamentale per il paese. L’architetto Piero Portaluppi realizzò stupendi edifici, sfruttando la pietra locale e decorando con torrette e finestroni.


Charming home nelle vicinanze

  • Categorie

  • Tags

  • Trova la tua casa di Charme

    € 50 a € 2.000