I tuoi risultati di ricerca

Storia, letteratura e natura incontaminata della Valle d’Aosta

Per poter scoprire storia, letteratura e natura incontaminata della Valle d’Aosta, l’ideale è alloggiare in Il Melo e la Gatta, a Villair de Quart, Aosta.

Grazie alla sua posizione ideale, potrai non solo visitare facilmente vari luoghi ma godere anche di un soggiorno in totale relax circondato dalle montagne e aria pulita.

Quart

Nel piccolo comune di Quart restare incantati dal meraviglioso Castello che si erge maestoso su di una rupe. Costituito da un insieme di più corpi di fabbrica, era formato nel IX secolo da un solo torrione (donjon) cinto da mura: furono i Signori di Quart ad aggiungere negli anni la cappella e un edificio chiamato “Magna Aula”, mentre con l’avvento dei Savoia furono realizzati gli edifici residenziali.

Castello di Quart

Vollein

Visitare il geo sito di Vollein significa entrare in contatto con aspetti geologici, geomorfologici e culturali di grande importanza come il dosso montonato, una roccia formatasi inseguito alle grandi glaciazioni e i massi erratici, cioè rocce trasportate dai ghiacciai.

È possibile anche ammirare magnifici esempi di arte rupestre rappresentati da incisioni a coppelle sulle rocce montonate, e la necropoli neolitica caratterizzata da 66 tombe a cista, cioè a forma di cassetta di pietra.

Sarre

A Sarre, da visitare è il Castello Reale costruito nel 1710 da Giovanni Francesco Ferrod di Arvier e acquistato nel 1869 dal re d’Italia Vittorio Emanuele II, che lo utilizzava come residenza durante le sue battute di caccia in Valle d’Aosta.

Castello Reale, Sarre

Aosta

Giungendo ad Aosta, uno dei primi luoghi da visitare è l’aerea megalitica. Questo sito archeologico, ha restituito testimonianze di cinque millenni di storia, dalla fine del Neolitico ai giorni nostri. Il termine di area megalitica vuol indicare un’area estesa ma ben delimitata nella quale vi è la presenza di resti monumentali megalitici di vario tipo: le testimonianze archeologiche hanno stabilito che si trattava di un’area sacra destinata ad importanti manifestazioni legate alla sepoltura e al culto.

Altro luogo importante è la Collegiata dei Santi Pietro e Orso, edificio religioso che conserva antichi affreschi ottoniani tra la copertura della navata centrale e il tetto, oltre ad un incantevole chiostro decorato con capitelli medievali.

Arco di Augusto, Aosta

Resti di epoca romana in città sono visibili nell’Arco di Augusto. Costruito nel 25 a.C. è costituito da un solo fornice alto 11m, decorato con capitelli corinzi e trabeazione e triglifi di ordine dorico.

Il teatro romano invece, presenta oggi una sola facciata con arcate e contrafforti caratterizzata da tre ordini di finestre sovrapposti.

Proseguendo nella visita alla città, si potrà visitare la Cattedrale di Aosta dedicata a Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista dell’XI secolo. Questo edificio sacro di grandi dimensioni, presenta al suo interno un’unica navata, e due battisteri. Interessante è la presenza di una cripta divisa in 3 navate dove è possibile osservare la pietra tombale del sepolcro dei vescovi valdostani: “Sepulchrum episcoporum”. Nel sottotetto della chiesa, invece è stato riportato alla luce un ciclo di affreschi ottoniani di grande valore artistico.


Charming home nelle vicinanze

  • Categorie

  • Tags

  • Trova la tua casa di Charme

    € 50 a € 2.000