I tuoi risultati di ricerca

La Luna e l’Ulivo

Via Trina 34, , (SP) - Camere: 2 / Date di apertura: sempre aperto da € 85 - a € 120

Il B&B La Luna e l’Ulivo Antica Residenza è situato nel borgo medioevale di Arcola, nella bassa Val di Magra, in provincia di La Spezia, a pochi minuti dal Golfo dei Poeti e in una magnifica zona della regione Liguria. Il paese, caratterizzato da una struttura ad anelli concentrici con stradine lastricate, è dominato da un’antica torre pentagonale di 25 metri, resto di un possente maniero. Il B&B si trova in posizione strategica per raggiungere sia le località di mare che quelle dell’entroterra: Lerici con il suo Castello, il porto e le stradine colorate dista solo pochi minuti di auto; Fiascherino e Tellaro con la loro magnifica costa 6 Km; La Spezia con il suo Museo Navale circa 8 km, cosi come Sarzana con i suoi famosi mercatini dell’antiquariato; le spiagge della Versilia con Forte dei Marmi e Viareggio distano 12 km; Portofino, poco più di un’ora. Da La Spezia potrete imbarcarvi o raggiungere in treno le 5 Terre ed effettuare percorsi di trekking su sentieri ricchi di bellezze naturali e paesaggistiche.

Il B&B La Luna e l’Ulivo Antica Residenza vi accoglie ad Arcola, in Liguria in un quadro molto suggestivo. Restaurata con cura e pazienza dai proprietari, la casa mantiene alcune caratteristiche che la rendono unica, tra le quali spicca la disposizione a terrazzamento dei vari livelli collegati tra di loro con scale in sasso e pietra che le conferiscono un fascino particolare, pur assicurando agli ospiti un totale benessere. La struttura propone due ampie Suite, per un massimo di due posti letto ciascuna, dotate di tutti i confort moderni: televisione, aria condizionata, connessione wifi, angolo tisaneria, cassaforte, prodotti di cortesia di alta gamma e biancheria della tradizione tessile italiana. Con vista sulle colline, la suite Palmaria, arredata in stile shabby-chic, con materiali in ferro battuto, richiama i colori della flora selvatica dell’isola omonima attraverso il verde delle erbe aromatiche e il rosa dei fiori. Il bagno richiama con eleganza lo stile rustico locale. Con vista sulle colline e sul borgo storico, la Suite Portovenere è arredata in stile marinaro, nei toni naturali della terra e della sabbia, accesi dal blu e dall’azzurro del mare e del cielo. Il pavimento in legno e i quadri ad olio ricordano l’atmosfera di un veliero. Il tema marino prosegue anche nell’ampio bagno con finestra, con pavimento in pietra locale. Gli ospiti possono usufruire di un giardino a terrazze tipico ligure, dove potranno rilassarsi tra erbe aromatiche e fiori anche con un buon libro della biblioteca di casa

La colazione, alla quale viene riservata una cura particolare, è servita in terrazza oppure nell’antica taverna della casa. Gli ospiti dispongono di un’ampia selezione di prodotti di qualità dolci e salati, con attenzione particolare all’alimentazione biologica, alle intolleranze alimentari e ai prodotti tipici del territorio. I piatti dolci o salati sono preparati al momento e su richiesta, all’insegna dell’associazione gusto e benessere, due requisiti del vero Italian Style. Oltre alle specificità architettoniche e alla calorosa accoglienza dei proprietari, una leggenda, detta dell’Oliva Magica, contribuisce ad aumentare il fascino di questa struttura. Si dice che la casa fosse anticamente un’area fortificata di protezione all’antico borgo, situato in un punto strategico sulla via di comunicazione tra il mar Ligure e la Toscana. Distrutta più volte, la casa fu ricostruita e abitata a partire dal 1690 da famiglie del luogo che la trasformarono in bottega, con annessa abitazione e spazio dedicato alla tradizionale produzione d’olio. Si narra che nell’Ottocento, durante la raccolta delle olive, il proprietario trovò sotto un albero, nei pressi della casa, una strana oliva, dura come un diamante e ricoperta da sottilissime incisioni. Decise di tenerla come portafortuna e la nascose in cantina. Da quel giorno però i suoi ulivi smisero di fruttificare e in tutte le notti di plenilunio si sentiva un canto melodioso salire dalla cantina. L’uomo decise di indagare e durante una notte di luna piena vide una fanciulla dai lunghissimi capelli argentei che cantava la sua malinconia per essere stata rinchiusa in un luogo buio. Capì allora che la fanciulla era l’Oliva che aveva nascosto e l’indomani la riportò alla terra. Gli alberi ricominciarono a fare i frutti e il canto della fanciulla si trasformò nel frusciare del vento tra i rami degli olivi.

Nei dintorni