Your search results

Chiusa dei Monaci

Via Molinara 43/A, Arezzo (AR) , -
Camere: 4 / Date di apertura: Metà marzo – Metà dicembre da € 80 - a € 100

La Chiusa dei Monaci è compresa nel territorio della Strada del Vino delle Terre di Arezzo, in Toscana, ove si degusta il Chianti dei Colli Aretini. Dista dieci minuti in auto da Arezzo, elegante cittadina che racchiude testimonianze romane, medievali e rinascimentali ed è il punto di partenza del ‘Sentiero della Bonifica’ da esplorare in bicicletta – messe a disposizione degli ospiti dalla struttura – o a piedi. In poco tempo si raggiungono altre meraviglie della Toscana: Anghiari, a soli venti km, Cortona a trenta e Sansepolcro o Poppi a trentacinque km.

La Chiusa dei Monaci deve il nome all’antico mulino ad acqua del 1150 e ai Monaci del convento di Santa Flora e Lucilla che risiedevano e lavoravano qui. Furono loro che, per far girare le pale e azionare le macine, deviarono un braccio del Canale Maestro della Chiana a quattro chilometri da Arezzo. Ancora oggi questo corso d’acqua scorre sotto e a pochi passi dall’edificio. Negli anni ’30 il mulino fu acquistato dalla famiglia degli attuali proprietari che continuò a onorare il mestiere del mugnaio fino alla fine del secolo scorso, un’attività importante per l’intera comunità di questa zona della Toscana. La natura di questi luoghi è popolata da aironi cinerini e ibis bianchi e persino da daini, sembra di entrare in un mondo magico e fiabesco e la Chiusa dei Monaci, animata e gestita da Cinzia, la proprietaria, non è da meno. Nel rispetto dell’ambiente acqua calda e energia sono prodotte rispettivamente da pannelli solari e fotovoltaici ed è stato adottato un sistema di recupero dell’acqua piovana. La Chiusa dei Monaci è un edificio a due piani, ha pavimenti in cotto e travi in legno ai quali sono elegantemente abbinati elementi in pietra e mattoni. Tra gli spazi comuni, oltre a un ampio salone con camino ove nei mesi freddi viene servita la ricca colazione a buffet, c’è una stanza con attrezzature per il fitness. All’esterno un ampio porticato invita al relax di fronte al giardino fiorito e al verde prato all’inglese che circonda questo bed & breakfast, una struttura decisamente unica nel suo genere. Cinzia è estremamente disponibile nell’elargire consigli e suggerimenti preziosi.

La Chiusa dei Monaci offre quattro camere arredate con molto gusto in stile toscano con letti in ferro battuto dedicate ai maestri: Piero della Francesca, con vista sui bastioni della Chiusa, Michelangelo e Giorgio Vasari, entrambe con vista sul Mulino nuovo e il giardino, Guido d’Arezzo, con patio e giardino privati. Soggiorno minimo: due notti.

Nei dintorni